Acqua solarizzata

Trasformare la nostra acqua in acqua solarizzata è molto semplice ed è anche economica e benefica.

Solarizzare l’acqua significa ottenere un potente rimedio per favorire la guarigione del corpo e per ristabilire l’equilibrio energetico.

A cosa serve l’Acqua Solarizzata?

La pratica affonda le sue radici nell’antico Egitto, nell’India e nella Cina, dove questo antico metodo viene tutt’ora praticato soprattutto nella medicina ayurvedica. È una pratica naturale, non invasiva e senza controindicazioni che permette di curarci ripristinando il corretto equilibrio tra il corpo e lo spirito proprio grazie all’utilizzo dei colori.

L’acqua si può essere solarizzata con qualsiasi colore?

Secondo la cromoterapia ogni stato emozionale è associato ad un colore. Utilizzando tale colore otteniamo dei benefici fisici ma di conseguenza anche psichici ed emotivi.

Ad esempio potremmo solarizzarla con il colore arancione.

Arancio. È il colore della saggezza, dell’allegria e del benessere, utile a chi è insoddisfatto, ha chi soffre di fobie o è pessimista. Psicologicamente agisce sugli stati depressivi. Fisicamente influisce sull’apparato intestinale, rinforzando le difese immunitarie,  ed è particolarmente adatta per chi soffre di ritenzione idrica delle gambe.

Bere l’Acqua Solarizzata Blu è una delle pratiche più piacevoli, semplici  e sane utilizzate per guarire la mente e il corpo in quanto aiuta a eliminare le memorie disturbanti fisiche e psichiche.

Viene definita Acqua miracolosa e se viene anche abbinata al mantra di
Ho-oponopono avremo un’accelerazione dei benefici e della guarigione spirituale e corporea che sono propri di questa tecnica.

Come fare l’acqua blu solarizzata?

Prendere una bottiglia di vetro blu (la tonalità di blu non è importante), riempirla d’acqua e chiudere bene con un tappo che non sia in metallo.
Mettere la bottiglia al sole e farla restare sotto i raggi per almeno 12 ore. Il sapore dell’acqua diventerà mano a mano sempre più dolce in base al numero di ore di esposizione.

Quando berla e come utilizzarla?

L’acqua può essere consumata in sostituzione di quella comune, la sola differenza è il sapore decisamente più gradevole.
Questa acqua, non solo è ottima da bere, ma anche per cucinare e lavare frutta e verdura, innaffiare i fiori e molto altro.
Una volta solarizzata la tua acqua può tranquillamente trasferirla in un altro contenitore, non importa se in plastica o vetro.

Si può conservare?

Può essere conservata in frigorifero o a temperatura ambiente. Sarà buona per almeno una settimana.

Acqua solarizzata Blu