ricordi2

Prigionieri dei ricordi

Con le Tecniche di libertà emotiva come EFT ci si “libera” letteralmente dei ricordi dolorosi.

A volte mi vengono fatte domande di questo tipo:

 

 

 

È giusto eliminare i ricordi?

Chi sono io senza i miei ricordi?

È “etico” cambiare i ricordi con EFT?

Come farò a difendermi, senza i miei ricordi,

se mi capitasse nuovamente una situazione simile?

Dobbiamo quindi spolverare le varie teorie che parlano delle nostre convinzioni o meglio in EFT parliamo di “Scritte sui muri”.

Io sono i miei ricordi

Siamo abituati a credere che le nostre convinzioni e le scritte sui muri della nostra mente siamo noi.

Quando assistiamo ad un qualunque avvenimento, sia che ci riguardi sia che riguardi altre persone, lo elaboriamo proprio in base alle nostre convinzioni. È infatti provato che chi assiste ad un avvenimento non ricorda mai gli stessi particolari di un’altra persona che ha assistito allo stesso avvenimento. Ognuno rielabora, ricorda e memorizza ciò che in quel momento ritiene importante secondo le proprie scritte sui muri.

Il ricordo quindi è una porzione di verità, è quella sensazione che rimane nel tempo, che facciamo diventare nostra e che diventa la nostra realtà.

Ci si aggrappa quindi ai ricordi temendo che mandandoli via si perda la propria identità!

Ma quello che si tralascia di comprendere è che noi non ci liberiamo dei ricordi, ma di quel particolare fotogramma bloccato e congelato che ci fa rivivere le emozioni negative di quel momento e al quale continuamente forniamo energia. A volte si tratta solo di una sensazione di paura per un avvenimento mai accaduto, che abbiamo provato e cristallizzato come se davvero si fosse realizzata la situazione spaventosa!

Quando diamo energia ad un ricordo doloroso riproviamo le stesse sensazioni che abbiamo provato in quel lontano tempo e dimentichiamo che poi siamo andati avanti e abbiamo realizzato tante cose anche molto gratificanti.

Sì, perché tenere vive quelle emozioni ci costa molta energia che invece potremmo utilizzare per altro.

Quindi quando ad esempio, con EFT viene trattato un episodio traumatico non si cancellerà il ricordo bensì tutte le sensazioni e le emozioni negative legate a quel ricordo. Quelle sensazioni che continuano a far del male solo a noi e che non ci lasciano continuare la nostra vita. Quelle sensazioni che ci “bloccano”.

Ecco sono proprio questi i classici “Blocchi emotivi” che fermano, in circostanze che rievocano il ricordo, il nostro avanzare o il nostro progredire.

Creazione delle scritte sui muri

Ci si può così ritrovare a rinunciare ad un avanzamento di carriera “solo” perché uno dei nostri ricordi riguarda un episodio successo a scuola.

Pensavamo di aver dato il massimo ma un professore non ha apprezzato e, invece di premiarci o elogiarci come ci aspettavamo, ci ha umiliato con una frase del tipo: “Dove hai scopiazzato questo testo?” “Non puoi averlo fatto tu!” “Non meriti questo voto.” “Non sarai in grado di migliorarti mai!!”

E magari il professore era solo angosciato e deluso da una brutta giornata… E noi ci abbiamo creduto. Abbiamo poi cercato e avuto altre conferme che hanno rafforzato la convinzione ed ecco creata la nostra scritta sul muro.

Ora da adulti abbiamo lavorato molto e con devozione, passione, magari abbiamo anche cercato di attivare la Legge di Attrazione cercando di chiedere e desiderare.

Ma se la situazione è paragonabile anche solo lontanamente a quell’episodio che, forse neanche ricordiamo più, la nostra reazione sarà quella di evitare, inconsapevolmente, di trovarci nella stessa situazione e ci auto-saboteremo pur di evitare il giudizio di un nostro superiore.

Tutto ciò avviene sotto il livello di coscienza, a nostra “insaputa”.

Sono proprio sfortunato!

Durante la nostra vita noi attiriamo continuamente eventi che rafforzano queste convinzioni spesso diciamo che “Capita sempre così!” oppure “Sapevo che sarebbe finita così” in quanto riviviamo continuamente le stesse situazioni o troviamo persone che alla fine “si comportano tutte allo stesso modo”.

Con EFT si riportano i ricordi alla dimensione del qui e ora facendo letteralmente evaporare le emozioni negative a cui diamo energia e rendendo di nuovo disponibile l’energia che prima era bloccata.

libertà

La riconquista del qui e ora!

Qui e ora quella reazione, quella paura, quel disagio non possono trovare riscontro e quindi decidiamo di agire liberamente e non re-agire in maniera predefinita e stabilita in un lontano passato.

Questa è la conquista della libertà promessa da EFT.

Per informazioni e contatti 328/1995056